Materassi

Materassi

Dormire

Dormendo recuperiamo la stanchezza accumulata durante il giorno, scarichiamo lo stress, favoriamo la rigenerazione di cellule e tessuti. Per ritrovare le energie e ritrovare il benessere psico-fisico conta la qualità del sonno. Alcune ricerche hanno dimostrato che il giusto materasso è in grado di produrre cambiamenti sostanziali sulla efficienza del sonno, riducendo i tempi necessari per addormentarsi. Dunque, scegliere un materasso di qualità,  progettato per accogliere le forme naturali del corpo e in grado di assicurare un giusto equilibrio tra rigidità e comfort, facilita un riposo salutare e pieno di benessere.

Quale materasso utilizzare

Per un buon riposo occorre scegliere il materasso adatto. Proponiamo i materassi SIMAM, materassi di alta qualità, certificati e garantiti.

Materassi in memory 

Materassi prodotti con poliuretano espansi eco-compatibili.

Materassi in lattice

Prodotti ergonomici, realizzati con zone di portanza differenziata.

Materassi molle indipendenti

Prodotti con molle racchiuse singolarmente in tasche di tessuto.

Materassi rotondi

Realizzati su misura, in memory, con rivestimento sfoderabile.

Materassi a molle

Struttura a molla con sistema Bonnell, realizzati con molle biconiche.

Letti 

Prodotti su disegno o su misura, sono personalizzati nelle finiture e nel comfort.

Dispositivo medico

Approfitta delle detrazioni fiscali al 19% sull’acquisto di dispositivi medici.

Reti ortopediche

Rete ortopedica elettrica con doghe in legno.

Un buon materasso può fare veramente la differenza tra dormire bene e riposare male. Averne uno confortevole vuol dire alzarsi riposato, di buon umore, oltre a non avere i classici “colpi di sonno“ durante la giornata.  C’è chi trasforma la camera da letto in un’oasi di benessere, chi beve tisane rilassanti e chi si mette i tappi nelle orecchie per non sentire rumori. Eppure la notte resta un incubo. Certo, anche le condizioni ambientali influiscono parecchio sulla qualità del sonno. Per esempio il fatto di dormire con qualcuno in alcuni casi può essere un fattore negativo. Quando il materasso è per una coppia, va valutata anche un’eccessiva differenza di altezza e peso e nella scelta del modello si dovrà tenere conto di questi fattori. I materiali “a memoria di forma“ si adattano alle configurazioni corporee, così come il poliuretano espanso viscoelastico; perfetti anche i modelli a molle, del tipo però con molle indipendenti e insacchettate a una a una. Così se il partner si muove troppo, non si sobbalza perché non ci sono punti di pressione.
Prima dell’acquisto del nuovo materasso è bene informarsi sui materiali utilizzati, sdraiarsi e mettersi in tutte le posizioni, bisogna stare comodi e sentire che la colonna vertebrale mantiene la sua naturale conformazione. Verificate la misura del materasso, infatti la lunghezza deve superare la vostra di almeno 15/20 centimetri. Si è sempre detto che duro è meglio, invece gli ortopedici ora confermano che se il materasso è troppo rigido non giova ad articolazioni, spalle e torace e fa venire il mal di schiena. Ma anche il materasso troppo morbido può causare irrigidimento della muscolatura con dolore al risveglio.
Come qualsiasi altro prodotto, anche il materasso ha la sua etichetta. Una scheda che indica con quali materiali è fatto, caratteristiche, manutenzione e uso. Tra i requisiti indispensabili occorre verificare che il tessuto sia traspirante, antibatterico e resistente all’usura, le cuciture ben rifinite e che ci sia la garanzia. I prodotti di qualità sono sottoposti a prove e severi test. Esistono diverse certificazioni che vanno tenute in considerazione al momento dell’acquisto tra cui quella dell’ergonomia, rilasciata dall’ente di Certificazione Europeo Ergocert, e l’assenza di sostanze tossiche e nocive, Oeko-Tex Standard 100.
Per gli allergici è fondamentale che il rivestimento del materasso si possa sfilare e lavare, in alcuni casi è utile scegliere i modelli con trattamento antiacaro e antipolvere. Tra le ultime novità c’è il tessuto in fibra poliestere realizzata con una miscela di cristalli bio-ceramici e ioni di puro argento. Questo nuovo tessuto di rivestimento favorirebbe il rilassamento muscolare e la circolazione sanguigna, migliorando il relax e il riposo.

Detrazioni per materassi

Secondo la normativa 93/42/CEE tali dispositivi sono deducibili come spese mediche e soggetti alla detrazione fiscale del 19%. Per avere diritto a tale detrazione l’acquirente deve essere in possesso o di un certificato medico o di una autocertificazione attestante la patologia specifica e della fattura, in cui deve essere indicato il codice fiscale dello stesso ed il numero di registrazione del dispositivo medico.